Rigenerazione Notebook

   News from Electr.

Questo è un’argomento interessante e soprattutto da discutere con molta attenzione.

La rigenerazione di un Notebook, soprattutto se performante, è solo un pagliativo che viene offerto come reale opportunità di avere un Notebook di alta gamma con prezzo popolare.

Andiamo ad analizzarne i motivi :

  1. Quando un Chip ha lavorato ad alte temperature, per un lungo periodo (in informatica sono 6 mesi 1 anno), la conduzione offerta dal materiale di cui è composto(generalmente silicio), cambia e di conseguenza,
    la temperatura di esercizio si alza facendo rallentare le prestazioni per effetto dell’effusione termica.
  2. L’hard disk meccanico, sempre per le alte temperature a cui è sottoposto,  và in crisi di latenza

Detto questo, vediamo come viene trasformato Calimero, nel cigno bianco e invitante :

  1. Viene smontato completamente e pulito con aria compressa tutta la parte dissipatore/ventola
  2. Vengono eliminati residui di pasta termoconduttiva e sostituiti pad termici
  3. Viene sostituito il disco Meccanico con un disco allo stato solido (molto più performante)

Se tutto è fatto a regola d’arte, il Notebook andrà persino meglio di quando era nuovo, l’unica incognita sarà per quanto tempo.
Non è sempre vero che l’elettronica o và o non và, soprattutto se si parla di Chip che contengono milioni di transistor che lavorano a frequenze e temperature elevate.

Nella foto a sinistra, si può vedere quanto spiegato,
I chip (tutti sostituiti) che hanno lavorato meno,
presentano un colore verde vivo, quelli che hanno lavorato
di più, sono Marroni.

 

 

 

Nessun commento

Lascia un commento